lunedì 15 gennaio 2018

Recensione di "Elizabeth Jane Howard" ∼ La biografia

BuonGiorno a tutti,
oggi vi racconto un libro che mi ha tenuto compagnia moltissimo tempo: la biografia di Elizabeth Jane Howard scritta da Artemis Cooper è un romanzo molto dettagliato che per apprezzarlo non bisogna avere fretta di concludere.

Elizabeth Jane Howard
Un’innocenza pericolosa
Artemis Cooper
Pubblicato da Fazi Editore, 2017.

L’immagine di Elizabeth Jane Howard è associata a quella della femme fatale: l’incedere altero, l’eleganza aristocratica che le donne di ricca estrazione riescono a esibire in ogni circostanza senza risultare fuori luogo. La sua infanzia fu tormentata dalla depressione della madre e dalle molestie da parte del padre, e da giovane cercò la propria emancipazione attraverso la carriera di attrice, ma vide il suo sogno infrangersi con il matrimonio e l’arrivo della guerra. Si diede quindi alla narrativa. Nei suoi romanzi, Howard rappresenta con precisione etologica e con la disinvoltura conferita da una lunga esperienza le dinamiche matrimoniali, le sottigliezze dei rapporti sentimentali, le sfumature e le contraddizioni dell’amore che solitamente si impiega un’intera esistenza a cogliere nella loro interezza. Artemis Cooper ci regala un ritratto strabiliante di una donna maledetta due volte, dalla sua bellezza e dalla sua acuta sensibilità, la cui innocenza fu innanzitutto un pericolo per se stessa.

mercoledì 3 gennaio 2018

Recensione di "Olalla" ∼ Robert Louis Stevenson

BuonGiorno Lettori,
oggi vi parlo di un racconto breve dal gusto gotico, di Robert Louis Stevenson, uno degli scrittori che ha reso grande questo genere letterario.

Olalla
Robert Louis Stevenson
Pubblicato da Vento dell’Est, 2017.

«Gente? Quale gente? Non vi sono né uomini né donne in quella casa di Satana!»

Il racconto gotico che si dice abbia ispirato “Draculadi Bram Stoker.

giovedì 28 dicembre 2017

Read Book Tag 2017

BuonGiorno Lettori,
gli ultimi giorni dell'anno sono sempre un po' strani, richiedono attenzioni, si fanno bilanci e si tirano le somme. Non potevo tirarmi indietro ed ecco a voi il #ReadBookTag2017.


venerdì 15 dicembre 2017

Promemoria di Dicembre ∼ Le novità in libreria

BuonGiorno Lettori,
essendo dicembre, ho pensato che fosse più funzionale avere una lista delle nuove uscite prima della fine del mese: diversi spunti librosi per i regali natalizi possono far comodo! Non trovate?


Il libro di Natale
Selma Lagerlöf
Iperborea

Il Natale con le sue leggende, il buio dell’inverno svedese, il calore delle storie accanto al fuoco, la nostalgia di antichi ricordi, l’immensità della natura, ma anche la piccola dose di crudeltà tipica della tradizione delle fiabe popolari sono le atmosfere che si respirano negli otto magistrali racconti della narratrice svedese Selma Lagerlöf, Premio Nobel 1909, “la più grande scrittrice dell’Ottocento”, secondo Marguerite Yourcenar. L’incipit da c’era una volta risveglia l’incanto delle storie dell’infanzia, ma basta un incontro inatteso, un gesto, una parola perché ci sia un piccolo scatto, una deviazione: dal mondo delle fiabe si passa a quello degli uomini, resi più umani da quel lampo d’illuminazione. Un regalo sbagliato che apre le porte a una nuova conoscenza, un’intuizione metafisica evocata da una modesta trappola per topi, un segno divino custodito nel foro di un proiettile in un teschio: c’è sempre una fede che fa da leva all’immaginazione, e questa, spesso, a una redenzione. Il tono è solo apparentemente ingenuo, è un trucco del mestiere di un’artista che sa trasformare il folklore delle tradizioni nordiche in storie senza tempo di grande e semplice profondità. Perché è la complessità che si nasconde dietro la normalità a interessarle, la ricca varietà della vita, e la buona novella che c’è sempre un destino diverso che aspetta chi lo vuole cercare. Anche in un libro regalato a Natale.  

lunedì 11 dicembre 2017

Recensione di "La collina delle fate" ∼ Outlander V

BuonGiorno Lettori, 
puntuale dopo la messa in onda dell'ultimo episodio della terza stagione di Outlander, vi propongo la mia recensione del quinto libro della serie di Diana Gabaldon e degli episodi di riferimento.

La collina delle fate
Diana Gabaldon
Pubblicato da TEA
Serie: Outlander
Stagione III
Episodi 9-13.

Dopo vent'anni trascorsi nel Ventesimo secolo a crescere la bellissima figlia Brianna, Claire Randall scopre che Jamie è ancoro vivo e decide di attraversare nuovamente Craigh na Dun, la collina delle fate, nonché la magica porta del tempo, e di tornare dall'uomo che non ha mai smesso di amare. Con la passione, però, ricominciano anche le avventure e le avversità, da cui Claire e Jamie riescono sempre a cavarsela grazie alla forza dei loro sentimenti. E se il lungo viaggio per mare alla volta delle Indie Occidentali, sulle tracce dei rapitori del giovane nipote prediletto di Jamie, si rivela irto di difficoltà e incontri spiacevoli, la situazione peggiora una volta sbarcati in Giamaica. Qui tra nuovi amici e vecchi nemici, un sinistro personaggio, emerso dal passato, arriverà a minacciare seriamente la loro vita.

giovedì 30 novembre 2017

Promemoria di Novembre ∼ Le novità in libreria

BuonGiorno Lettori,
rieccoci con il consueto appuntamento mensile: diverse novità ci stanno aspettando in libreria. Ripercorriamole insieme!


Dal 1 Novembre
Racconti al tramonto
Bram Stoker
Elliot  Edizioni

Forse non tutti sanno che l’autore di Dracula pubblicò, nel 1881, questa prima raccolta di racconti, popolati di angeli, giganti invisibili, spettri e creature infernali, a perpetua testimonianza della inesauribile battaglia tra il Bene e il male. In queste otto storie, pensate per bambini-adulti che amano farsi spaventare, Stoker diede vita a un paese lontano che nessun occhio umano può vedere di giorno, un luogo ai piedi dell’orizzonte dove le nuvole, risplendenti di luce e colore, regalano una promessa di gloria e bellezza. È il Paese del tramonto, e a volte ci è concesso vederlo nei nostri sogni. Questa è la storia di quel luogo magico e lontano, dove un giorno fu concesso al male di entrare per far sì che gli abitanti imparassero una lezione fondamentale: nulla è scontato nella vita e il Bene va costantemente difeso.
Illustrazioni di Francesca Rosetti. Traduzione di Loretta santini  

sabato 25 novembre 2017

Recensione di "La dama e il vento" ∼ Rossella Fogliani

BuonSabato Lettori,
Oggi vi parlo di una lettura inedita ma che, anche grazie al vostro contributo, potrebbe essere pubblicata. La dama e il vento è il racconto avvincente di una scrittrice agli esordi, che ho avuto il piacere di leggere in anteprima.
La dama e il vento
Rossella Fogliani
2017

Nella Parigi di fine ‘800 Erik trascorre le sue giornate tra il lavoro e la sua soffitta. Suona il clarinetto nel cortile del palazzo per la gioia dei bambini e in teatro quando serve un aiuto in orchestra. Tutto sembra immutato finché non vede e sente qualcosa che cambierà la sua normalità: una dama sfuggente, una melodia tanto bella quanto impossibile da trascrivere. La dama sembra attraversare decine di anni portando con sé la melodia che rimane un mistero e che sarà unombra per i musicisti che vi si cimentano…